Clamorosa sterzata sulla Sanità!

Clamorosa sterzata della Giunta Cota! Dopo aver per settimane
imposto una programmazione forzata in Commissione Sanità per approvare
il pacchetto Sanitario (“Delibera di Riordino del 29 dicembre 2010″,
Piano Socio-Sanitario, ddl di accompagnamento), rimandando – caso unico
in Italia – sia il Bilancio di Assestamento 2011 che il Bilancio di
Previsione 2012, ora l’Assessore Monferino annuncia che ritiene
accoglibili le perplessità più volte esposte in merito alla separazione
tra ospedali e territorio.

Scelta coraggiosa ed intelligente da parte dell’Assessore Monferino,
che parla di volontà di addivenire ad una riforma più condivisa, o
calcolo politico? Certo, tutti i territori avevano mostrato una forte contrarietà a tale riorganizzazione e la maggioranza non sembra più compatta come una volta, frutto della frattura interna del PDL e della frattura PDL-Lega proveniente dal livello centrale.

Ma solo domani pomeriggio sapremo se verranno ritirati i provvedimenti e presentati i nuovi che prevedono la creazione di super-holding
che dovranno gestire i 4 ambiti in cui la Regione Piemonte sarà divisa
(Torino, Cuneo, Asti-Alessandria, No-BI-VCO-VC), rinunciando alla
separazione ospedali-territorio.

Nel frattempo il Piemonte attende uno straccio di Bilancio, almeno
provvisorio, nella speranza che quello definitivo arrivi al più presto.
Se Cota fosse stato alla guida di un’azienda, sarebbe già finito coi
libri al Tribunale Fallimentare. Speriamo di non arrivare a tanto,
complice la speculazione finanziaria-bancaria.

Presidente Cota, la politica, e a maggior ragione le riforme “epocali” si devono fare col massimo consenso possibile.

Davide Bono – Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *