COMUNICASTO STAMPA: AL GOVERNO REGIONALE GLI SCAPPA LA CACCIA!

“Poche idee, ma confuse” potrebbe essere, in questo ultimo scampolo di dicembre, il
sottotitolo della Giunta Cota: con un esecutivo per il quale le priorità sono
squisitamente random, non poteva mancare il colpo di scena per l’inizio del
2012.

E così, con un bilancio d’assestamento in ritardo di 6 mesi e un previsionale
fantasma, il disegno di legge sul riordino degli Ato lasciato a metà, l’urgente
(a detta della proponente) ddl Maccanti sugli enti locali e il ddl Cavallera
sull’urbanistica, il nuovo anno si aprirà con la discussione in commissione “attività
produttive” delle leggi sul prelievo venatorio.

Tutto questo a stagione di caccia
ormai avanzata e un vergognoso accumulo di proposte inevase: non dimentichiamoci dellamarcia
indietro sul piano sanitario, per esplicita ammissione di Cota al mancato
confrontoterritoriale e non scordiamo la persistente fatica di mantenere il
numero legale in aula, che ci haaccompagnato per tutto il 2011…

A proposito della caccia, è evidente che alla maggioranza non è bastato
introdurre variazioni insostenibili e potenzialmente pericolose per fauna e umani, come lo
smisurato allungamento del periodo di caccia, l’“importazione” dei cacciatori,
la caccia in area protetta a titolo oneroso e altreamenità.

Infatti il terrore di doversi confrontare con l’unico istituto popolare attualmente
vigente, il referendum abrogativo regionale sulla caccia (che, dopo 24 anni di attesa e la strenua

opposizione di destra e sinistra al suo svolgimento, si terrà in primavera), sommato alla
pressione della lobby venatoria, è troppo forte. Allora si cerca la scorciatoia della commissione, delle porte chiuse, anche se i Piemontesi meriterebbero ben altro: prima di tutto uno straccio di bilancio regionale e qualche certezza
sulla sanità!

Ma, si sa, dopo venti mesi di legislatura, i lungimiranti politici ritornano
automaticamente in fase pre-elettorale, e buttali via i voti di quindicimila
cacciatori piemontesi!

Fabrizio Biolé
vice-capogruppo regionale
MoVimento 5 Stelle iemonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *