COMUNICATO STAMPA: DIMINUIAMO GLI STIPENDI E SALVAGUARDIAMO LA RAPPRESENTATIVITÀ TERRITORIALE

«DIMINUIAMO GLI
STIPENDI E SALVAGUARDIAMO LA RAPPRESENTATIVITÀ TERRITORIALE,

NON IL NUMERO DI
CONSIGLIERI»

Con il decreto legge 138 del 13 agosto scorso, l’ex Governo
Berlusconi ha ristabilito il numero massimo di componenti per il Consiglio
Regionale in 50 unità per le Regioni con popolazione da 4 a 6 milioni di
abitanti.
In Piemonte è stata appena presentata dall’Ufficio di
Presidenza del Consiglio un’apposita proposta di legge (la numero 164) che
recepisce queste variazioni.

In base al principio di rappresentatività territoriale, ritengo di poter
affermare che la diminuzione di componenti risolve in modo distorto il problema
della spesa di mantenimento dell’Ente, che potrebbe invece essere affrontata in
modo più incisivo diminuendo significativamente la spesa per ogni singolo
consigliere anziché il numero totale degli stessi.

E’ utile ricordare che, per ogni gruppo consiliare, il primo eletto proviene
giocoforza dal territorio della provincia di Torino, per cui la proporzione tra
consiglieri torinesi e consiglieri provenienti dagli altri ambiti territoriali
sarebbe oltremodo accresciuta nella direzione dei primi.

Fabrizio Biolé

Vice capogruppo regionale

MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *