Comunicato stampa: Fuori tutti!

Martedì mattina 14/2 intorno alle ore 00:10 c’è stato un fuggi fuggi dall’aula del Consiglio comunale di Ivrea di quasi tutti i Consiglieri della minoranza e di una parte della maggioranza. No, non si è trattato di un allarme antincendio con prova di evacuazione.

E’ stato semplicemente l’effetto di un ordine del giorno dal titolo “Fuori i soldi dalla politica”, portato in aula dal Consigliere Bruno Tegano dell’IDV. Tale ordine chiedeva semplicemente al Consiglio di aderire a questa petizione regionale portata avanti da tantissimi cittadini piemontesi e che ha ottenuto un grande successo e consenso. La petizione, che in poche settimane ha raccolto 22 mila firme, è nata dalla bocciatura in regione della proposta di legge presentata dai Consiglieri Davide Bono e Fabrizio Biolè, entrambi del Movimento 5 Stelle, riguardante una drastica riduzione di stipendi, privilegi e vitalizi ai nostri Consiglieri regionali. Essa prevedeva di portare lo stipendio dai novemila euro mensili a seimilacinquecento, ridurre le indennità di funzione e i rimborsi spese chilometrici, eliminare gettoni di presenza, vitalizi e rimborsi forfettari.

La legge così formulata avrebbe permesso un risparmio di oltre 70 milioni di euro in 5 anni a parità di eletti. Un risparmio annuale di oltre 6 milioni di euro per i Consiglieri e la giunta. Lo spirito di tale operazione è quella di promuovere con decisione il concetto che fare politica significa servire il Paese e la Comunità e non deve essere un’occasione di carriera e di arricchimento personale. In aula Consiliare il tema non è stato minimamente dibattuto e si è andati diritti alla votazione. I pochi superstiti della minoranza non hanno pensato minimamente di pronunciarsi. Il Partito Democratico invece, compatto e senza esitazione, ha ottenuto un emendamento del testo proposto dal capogruppo Consigliere Moia che sostanzialmente svuota completamente la petizione della sua funzione e del suo significato. E’ un po’ come dire, siamo d’accordo in linea di massima, ma noi non faremo nulla per cambiare. La solita palese ipocrisia di chi è al potere da decenni ed ha fatto di questo uno strumento di privilegio inattaccabile. Siamo certi che adesso chiunque, in Comune, durante un’esercitazione antincendio potrà urlare: “Fuori i soldi dalla politica!” invece di suonare l’allarme preposto, ottenendo un tempo di evacuazione più rassicurante, un effetto meno drammatico e decisamente più comico.

Andrea Roselli

 

One thought on “Comunicato stampa: Fuori tutti!

  1. massimo iaretti 27/02/2012 at 22:56 - Reply

    Per amore di verità sull’ordine del giorno presentato dal consigliere Bruno Tegano, vorrei sottolineare che è stato elaborato dal Movimento Progetto Piemonte, che ne ha presentati di analoghi anche a Parella e nell’Unione Terre del Chiusella, approvati all’unanimità. Del deposito al consiglio di Ivrea ne era stato informato i primo firmatario Fabio Martina, come è avvenuto negli altri casi e come da accordi. MPP, al di là che la proposta venga o meno dal Movimento 5 Stelle, ritiene che gli stipendi dei consiglieri regionali vadano ritoccati al ribasso e crede molto negli strumenti di democrazia diretta come le petizioni. Per questo abbiamo deciso di supportare, dove presenti o attraverso consiglieri sensibili al problema questo strumento. E uno dei motivi dello snaturamento della mozione del consigliere Pd, come si capisce chiaramente dalla registrazione effettuata, è proprio che non ci conosceva. Questo solo per dare al Movimento 5 Stelle quel che è del Movimento 5 Stelle ed al Movimento Progetto Piemonte quel che è del MovimentoProgettoPiemonte. Massimo Iaretti
    Presidente Movimento Progetto Piemonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *