Comunicato stampa sul disegno di legge 101

COLLEGATO ARLECCHINO, MA NON C’E’ NIENTE DA RIDERE…

 E’ iniziata ieri la discussione del disegno di legge 101, “collegato alla finanziaria”. Stupefacente la critica da sepolcri imbiancati sollevatasi dai banchi del Partito Democratico, il quale accusa la maggioranza di aver creato un “mostro” di testo perché i temi trattati sono troppo vasti. I “collegati” Bresso, naturalmente, erano spuri e minimalisti: non ne abbiamo dubbi!

Come MoVimento 5 Stelle abbiamo presentato una prima struttura emendativa di merito che intende modificare le speciose deroghe sulla classificazione sismica e sulle sanzioni agli enti che non rispettano i termini di legge riguardo la raccolta differenziata, e che altresì chiederà di evitare le dannose gare motoristiche in zona naturali. Altri temi saranno quindi trattati nelle discussioni specifiche.

Una nota particolarmente negativa, poi, va al corposo emendamento di Sacchetto sul prelievo venatorio: vergognoso è stato presentare un semplice emendamento sulla spinosa questione, mentre contemporaneamente nella competente commissione è appena partito l’iter sulle specifiche leggi (la 104 – PDL-Lega, la 137 – MoVimento 5 Stelle e IDV, la semiplagiata 139 – VerdiVerdi). A proposito: a quando la legge del “promettente” PD, annunciata da un mese in pompa magna dal collega Muliere, ma ad oggi ancora latitante?

A destra ed a sinistra mi si permetta una nota metodologica: l’avallo bipartisan dell’utilizzo dei famigerati articoli di contingentamento dei tempi e di presentazione dei maxiemendamenti sul DDL 85, quello sulle grandi opere, parte da una logica di veloce approvazione di provvedimenti utili ai piemontesi. Ma pare proprio confliggere straordinariamente con le frequenti mancanze del numero legale e con la calorosa richiesta semi-unanime (tranne che del MoVimento 5 Stelle) di una pausa-lavori di quasi un mese per elettorali cogenti impegni.

 Fabrizio Biolé – Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *