Il TAV non si farà mai

DDL 85: IL TAV TORINO-LYON NON SI FARA’ MAI

Si è consumato oggi in Aula l’ennesimo strappo tra forze democratiche, tra cui si è distinto il moVimento 5 stelle, che intendono continuare a vedere nel Regolamento uno strumento di gestione democratica e tutela dell’Istituzione del Consiglio Regionale e forze di <regime> (PD, PDL e Lega) che intendono forzarlo (e lo forzeranno ancora) a proprio uso e consumo. Le tempistiche per la presentazione di emendamenti ed ordini del Giorno non solo sono alla mercè discrezionale del Presidente del Consiglio ma anche a quella del PD che viene ascoltato nella Conferenza dei Capigruppo come se fosse l’unico gruppo di Opposizione. 2 ore sono state concesse per discutere 89 Ordini del Giorno, grazie al contingentamento del tempo.

Restano le nostre certezze:

– il TAV Torino-Lyon è un’opera inutile dal punto di vista tecnico, devastante dal punto di vista ambientale ed economico; per questo non verrà mai realizzato sia per la mobilitazione dei comitati e di una fetta sempre più rilevante della popolazione piemontese che per la semplice motivazione che nessun privato investirà mai in un’opera senza averne un ritorno economico e il Governo non potrà rapinare ulterioremente le tasche dei contribuenti dei 20 miliardi di euro necessari senza ottenerne in cambio una rivoluzione civile visto il contemporaneo scadere dei servizi pubblici, sanità e istruzione in primis.

– la legge approvata oggi serve solo all’istituzione di nuovi tavoli a cui far sedere qualche altro “amico” anche perché se fosse attuata tale normativa si configurerebbe come una violazione dei principi di libera concorrenza europea, tant’è che anche in Francia la tanto decantata ‘Demarche Grand Chantier’ non ha mai funzionato. Non solo, metterà a rischio tutti quegli imprenditori valsusini a cui è stato forzatamente fatto credere che le opere accessorie porteranno ricchezza e benessere, mentre porterà un black out delle attività economiche della valle, un deprezzamento degli immobili e un’impennata delle malattie cardiorespiratorie, dei tumori e delle malformazioni genetiche.

Davide Bono
consigliere regionale moVimento 5 stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *