L’impunità continua di PDL e Lega

Dopo le firme sospette di Giovine che han fatto vincere Cota alle Regionali su Bresso per poche migliaia di firme; le liste cambiate fino all’ultimo minuto a sostegno di Formigoni per inserire le bunga bunga girls del premier – a dire dei Radicali -; il “lodo panino” per la riammissione fuori tempo massimo della lista Polverini in Roma e Provincia; PDL e Lega ci riprovano nel segno dell’impunità continua. Anche alle comunali di Torino non avrebbero consegnato una documentazione completa per quanto riguarda le circoscrizioni, ma sembra che sia spuntata per loro una bella proroga di 24 ore per consegnare i moduli mancanti. E’ ora di dire basta: non solo non sono capaci a fare politica e curano solo i loro interessi di bottega, neanche sono capaci a compilare dei moduli corretti. A gente così non si affiderebbe neanche l’amministrazione di un condominio, figurarsi quella di una città. Chiediamo che vengano fatte rispettare le leggi in modo uguale per tutti, se no annulliamo questa farsa democratica chiamata elezioni, con risparmio di soldi e di tempo. Ovviamente ricorreremo al TAR sia contro l’eventuale loro ammissione così come contro le liste patacca di ogni provenienza, partendo dal recidivo Rabellino con la “Lista del Grillo Parlante”: l’unica lista autorizzata ad usare il logo beppegrillo.it è quella del MoVimento 5 Stelle beppegrillo.it con 5 stelle disegnate di giallo e la V maiuscola rossa.

Davide Bono – Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *