Omofobia: l’Italia è penultima in Europa… almeno il Piemonte si distingua!

Omofobia:
L’Italia è penultima in Europa… almeno il Piemonte si distingua!

Tenendo conto dell’importanza che la problematica omofoba detiene e deterrà durante tutto il
2011, sia a livello locale che a livello nazionale, ho presentato mercoledì
mattina una mozione, insieme al collega Davide Bono, che impegna la Giunta
Regionale a promuovere tanto iniziative contro la discriminazione, a partire da
scuole ed università, quanto una formale adesione alla rete Ready.

A Torino, d’altronde, si è appena chiusa la 26° edizione dell’LGBT Film Festival, che ha avuto un buon
successo di pubblico nonostante la pre-elettorale negazione del patrocinio
regionale, e tra pochi giorni avrà luogo la manifestazione del Pride. Inoltre,
la città di Roma ospiterà quest’anno l’Europride e, in ottobre, ancora a Torino
si terrà la conferenza annuale ILGA.

A livello nazionale devo purtroppo rilevare che la proposta di legge che istituirebbe delle aggravanti
per le aggressioni a sfondo omofobo è stata proprio ieri bocciata in
Commissione di Giustizia. Ma non me ne stupisco, visto anche che – da
un’analisi a livello europeo effettuata lo scorso 17 maggio nella Giornata
Mondiale contro l’Omofobia – il nostro paese risulta penultimo all’interno dell’Unione
Europea in quanto al riconoscimento di diritti per gli omosessuali.

Naturalmente auspico che la mozione venga  presto discussa ed approvata dall’aula consiliare,
avendo raccolto sottoscrizioni da parte di consiglieri di vari gruppi: la
stella dei diritti non può che essere sostenuta trasversalmente.

Fabrizio Biolé,
Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *