Rispettare i propri elettori non significa “liberi tutti”

MoVimento 5 Stelle:
Rispettare i propri elettori non significa “liberi tutti”

Il MoVimento 5 Stelle fonda il proprio pensiero
relativo agli imminenti ballottaggi sull’ovvio presupposto che i proprietari
del voto siano i singoli cittadini. Non, dunque, i rappresentanti eletti di
movimenti o partiti. Ed ogni cittadino è in grado di decidere autonomamente
come comportarsi in vista del nuovo voto.

Peccato, però, che la lingua italiana venga sovente
stravolta dai soliti pennivendoli. Leggiamo infatti oggi sull’Espresso che
questo nostro ragionamento significherebbe un caotico “liberi tutti”. Secondo
noi significa invece rispetto per gli elettori, che non sono entità di nostra
proprietà.
Non condividiamo, ma rispettiamo chi considera Tizio
meglio di Caio. Ma il rispetto, ormai lo sappiamo, è una caratteristica
piuttosto rara al giorno d’oggi. Fare opposizione al PD o al PdL non cambia:
sempre opposizione è.

Davide Bono,
Consigliere Regionale MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *